Le grandi correnti della cultura mondiale degli ultimi vent’anni IL DISORDINE ORDINATO di Giovanni Lanzone – venerdì 23 gennaio 2015 presso Accademia di Belle Arti Aldo Galli

Corso di Aggiornamento e  Divulgazione Culturale – XXIX rassegna Como 2014/2015 – ASSOLUTO E RELATIVO Relativismo o gioco di relazioni stabili e instabili? Il Paguro – Iniziative Culturali Cooperativa Esedra.

Nell’ambito dell’iniziativa culturale si è tenuta un’interessantissima conferenza di Giovanni Lanzone (Centro di ricerche Domus Academy, Milano) dal titolo IL DISORDINE ORDINATO.

Durante la conferenza sono stati citati: Emanuele Severino “Dentro la casa dell’essere”, L’Ulisse di Joyce.  Saggi sul bello di Plotino. Benjmin “La storia non si scinde in storie”. Una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta”. La bellezza è consustanziale al Cosmo (Il tutto). Ordine e bello sono strettamente legati. La società attuale è divisa, da una parte il fondamentalismo delle Tavole e dall’altra l’ordine della tecnica. L’Essere è la totalità dei pensieri. Oggi tutto è “centro”, il centro è in ogni luogo, i collegamenti sono il problema! l’Uno è assoluta-mente. Generatività e creatività. Dissonanza nell’arte. Cinque parole che iniziano con “M” e che descrivono il mondo attuale: 1. Magia, 2. Media, 3. Moda, 4. Makers (artigiani digitali), 5. Moneta (equivalente universale, bi-univocità, l’apriori in contanti). Gli oggetti sono modi di comunicare tra gli uomini. Esiste una democrazia/parlamento degli oggetti.

20150123_190752

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: