IL MANIFESTARSI DELLE FORME

Mostra personale, opere di Doriam Battaglia

presso IL CORNICIAIO di Guido Zamatto,

via Milano 86 Como – tel. 031 269 126

INAUGURAZIONE giovedì 11 ottobre alle ore 18,00

Apertura dal 12 ottobre al 15 novembre 2018

con orario da martedì a sabato 9|12 15|19

18100 Locandina ZAMATTO

L’EMERGERE DELLA COSCIENZA

La vita, che é coscienza e senso dell’essere, é contenuta in potenza nella materia-energia ed é il risultato dell’interazione di questa con le leggi della natura. L’esperienza del mondo diviene possibile solo dopo l’emergere della coscienza nel corpo (essenza del cibo). Il mondo vegetale é il nostro antenato e non potrebbe essere altrimenti in quanto l’essenza vegetale é una necessità assoluta per la creazione del regno animale e della specie umana. I nostri corpi devono essere sostenuti e nutriti continuamente dall’essenza vegetale del cibo. La coscienza possiamo paragonarla ad un paio di occhiali che ci permettono di vedere l’universo, ma noi non siamo gli occhiali e nemmeno ciò che vediamo; siamo l’atto stesso del vedere, il testimone del veduto. Il testimone non é la coscienza, il mezzo per cui egli può accadere, e neanche il mondo manifesto che viene testimoniato, ma é per mezzo della coscienza che noi esperiamo e osserviamo il mondo. Il tempo e lo spazio sono contenuti nella coscienza, senza coscienza non esistono e non può esiste assolutamente nulla senza di essa. L’osservatore non scompare quando la coscienza e il campo di osservazione non ci sono più. Perché un oggetto possa esistere é necessaria l’esistenza di un osservatore che testimoni tale presenza. Solo nella forma corporea é possibile fare delle affermazioni, senza il corpo non c’é coscienza e senza coscienza non esisterebbe il mondo. Tutto quello che accade non é altro che il gioco del manifestarsi della materia-energia nel regno della consapevolezza. La domanda da porsi é: come é accaduto che mi sono ritrovato con un paio di occhiali che mi permettono di vedere il mondo? Ogni qual volta si creano le condizioni per cui la coscienza appaia ciò accade da sempre e per sempre. In tutto questo la mente ha un ruolo secondario, impegnata com’é perennemente nei suo chiacchiericcio interiore. La mente é utile solo per condurre gli affari del mondo non a comprendere le ragioni dell’universo. Nell’universo amore e verità coincidono e possiamo parlare di opera d’arte solo quando bellezza e verità coesistono. Gli esseri umani, nonostante appartengano biologicamente al regno animale, hanno il potere di evolversi e acquisire conoscenza e saggezza per comprendere il principio onnipervadente l’universo. L’opera d’arte si presenta come una cristallizzazione di sentimenti, emozioni, intuizioni, avente lo scopo di comunicarle e tramandarle ad altri. L’espressione artistica visiva é nata contestualmente al linguaggio, ma mentre il linguaggio lavora per pensieri-parole, essa procede per immagini lasciando ampio spazio all’intuizione e alla fantasia dell’osservatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...