Perché facciamo Arte

 

Festival della Mente

Relatore Vittorio Gallese

 

appunti:

Valenza estetica intrinseca dell’Immagine d’arte.

Simulazione incarnata,

Il contenuto di un’immagine stimola nel nostro cervello un’inconsapevole simulazione motoria del gesto artistico impiegato dal creatore per realizzare l’opera d’arte.

Un’immagine ha il potere di stimolare  in noi l’empatia inconsapevole con conseguente rispecchiamento motorio ed emotivo. Ci trasferiamo nell’oggetto, avviene una trasposizione, una compartecipazione, una imitazione o simulazione “incarnata”.

L’arte deve avere anche la capacità di stimolare la nostra immaginazione tattile, un eco nel nostro corpo.

In ogni immagine, anche statica, c’é una dimensione temporale che il nostro cervello ricrea anche osservando un oggetto immobile. (dinamica delle immagini, Boccioni, Balla)

L’arte deve avere la capacità di rendere visibile a tutti le forze invisibili ad occhio nudo, attivando i circuiti dei “neuroni specchio”.

Quando osservo un’opera d’arte si attivano in me quei neuroni che userei per “afferrare” l’oggetto verso il quale l’occhio dell’attore si dirige nel dipinto.

Ogni soggetto ha un grado diverso di empatia, questo spiega come mai abbiamo reazioni così diverse davanti alla medesima immagine o scena. L’empatia si coltiva con la cultura.

Vedendo un segno grafico, o una pennellata, in un’opera si attivano nell’osservatore le aree motorie del cervello che esso userebbe per tracciare quei medesimi segni.

Rilevanza emozionale del colore.

L’artista è colui che arresta e rende accessibile ai più umani tra gli umani lo spettacolo al quale inconsapevolmente partecipa.

Differenza tra visione prosaica e visione artistica.

 

 

video delle relazioni di DORIAM BATTAGLIA e PAOLO FERRARIO all’incontro: ABITARE IL FUTURO: un nuovo equilibrio per uscire dalla crisi della CITTA’ contemporanea, a cura della Associazione ex-allievi dell’Istituto Nazionale di Setificio, Como, 12 maggio 2016

loc 12_5_16 qubico LOCANDINA vers 5

SCALETTA DEGLI INTERVENTI

  • L’evoluzione della città storica
  • Antonio Sant’Elia – Centenario della morte
  • Paolo Soleri – Arcosanti Arizzona USA
  • Le archistar

Frank O. Gehry – Guggenheim di Bilbao

Daniel Libenshkind – City Life Milano e Life Elettric Como

Renzo Piano – Auditorium di Roma

  • La sociologia come analisi del funzionamento delle società 
  • Urban sprawl
  • Le città come luoghi delle interazioni sociali e dunque oggetti della sociologia fin dalle origini
  • Le metropoli e postmetropoli contemporanee – Come si evolve la città nei vari continenti
  • Le grandi fasi dell’urbanesimo e i suoi effetti sull’urbanistica
  • Gli edifici più alti del mondo
  • L’eccezionale analisi curata da Paul Knox dedicata all’Atlante delle Città:

le tipologie fondamentali (industriali, razionali, globali, megacittà, istantanee, transnazionali, creative, verdi, intelligenti)

  • Il rapporto tra città, campagna e foreste

 

  • L’incremento demografico

La situazione attuale: i dati della popolazione mondiale

  • La gestione dei rifiuti urbani
  • Spopolamento delle aree interne e montuose
  • Le città sostenibili – Un’ipotesi per la città futura
  • L’invecchiamento demografico e le sue conseguenze sul lavoro e sui servizi alle persone (cohousing, domotica, reti di appartamenti, sicurezza)
  • Il rapporto tra Architettura e Interior Design

ABITARE IL FUTURO: un nuovo equilibrio per uscire dalla crisi della CITTA’ contemporanea, dibattito con DORIAM BATTAGLIA e PAOLO FERRARIO, a cura della Associazione ex-allievi dell’Istituto Nazionale di Setificio, Como, Via Castelnuovo 5, 12 maggio 2016, ore 21

ABITARE IL FUTURO, dibattito con DORIAM BATTAGLIA e PAOLO FERRARIO

a cura della Associazione ex-allievi dell’Istituto Nazionale di Setificio, Como, 12 maggio 2016

13138920_1040943519318707_3248357765525543045_n

SCALETTA DEGLI INTERVENTI

  • L’evoluzione della città storica
  • Antonio Sant’Elia – Centenario della morte
  • Paolo Soleri – Arcosanti Arizzona USA
  • Le archistar

Frank O. Gehry – Guggenheim di Bilbao

Daniel Libenshkind – City Life Milano e Life Elettric Como

Renzo Piano – Auditorium di Roma

  • La sociologia come analisi del funzionamento delle società 
  • Urban sprawl
  • Le città come luoghi delle interazioni sociali e dunque oggetti della sociologia fin dalle origini
  • Le metropoli e postmetropoli contemporanee – Come si evolve la città nei vari continenti
  • Le grandi fasi dell’urbanesimo e i suoi effetti sull’urbanistica
  • Gli edifici più alti del mondo
  • L’eccezionale analisi curata da Paul Knox dedicata all’Atlante delle Città:

le tipologie fondamentali (industriali, razionali, globali, megacittà, istantanee, transnazionali, creative, verdi, intelligenti)

  • Il rapporto tra città, campagna e foreste

 

  • L’incremento demografico

La situazione attuale: i dati della popolazione mondiale

  • La gestione dei rifiuti urbani
  • Spopolamento delle aree interne e montuose
  • Le città sostenibili – Un’ipotesi per la città futura
  • L’invecchiamento demografico e le sue conseguenze sul lavoro e sui servizi alle persone (cohousing, domotica, reti di appartamenti, sicurezza)
  • Il rapporto tra Architettura e Interior Design
  • Il concetto di Smart City in riferimento alle trasformazioni indotte dalle nuove tecnologie del Web

Sulla base delle relazioni tenute in aula i relatori produrranno successivamente una dispensa digitale per tutti partecipanti che ne faranno richiesta lasciando la loro email.


Mappa per arrivare alla sede del luogo dove si terrà l’incontro:

setificio

DORIAM BATTAGLIA, mostra personale CHLOROPHILL, presso AES, Erba (Como), 7 maggio 2016, Via XXV aprile n. 26. VIDEO dell’incontro

DORIAM BATTAGLIA

Sabato 7 maggio alle ore 18,30 inaugurazione della mostra personale CHLOROPHYLL presso la nuova sede di Erba via XXV Aprile 26
di AES Domicilio

Presentazione a cura di Roberto Borghi

con la partecipazione musicale di Celtic Arp Orchestra Arpisti senza frontiere e Colorphylla Textile Form

160420 LOCANDIDA A3 web